Sito dell'istruttore Flavio Turchet - ASD DIR/hogarthian Divers - Corsi subacquei UTD/DIR/hogarthian - Unified Team Diving - Corsi ricreativi, tecnici, Trimix, Scooter, Cave, Relitti - Sidemount & Backmount - Rebreather - Pordenone, Friuli-Venezia Giulia - Italy

All posts tagged Dir

Risalita in libera sena maschera

Risalita in libera sena maschera

L’articolo, (Scarica l’articolo), focalizza sulle differenze sostanziali che questo termine acquisisce all’interno del sistema DIR/hogathian. Nella subacquea tradizionale manca un analogo approccio all’immersione che consideri allo stesso modo l’unità e la complementarietà dei singoli membri. Continua a leggere

Gruppo Tech 1 di ritorno dall'immersione

Gruppo Tech 1 di ritorno dall’immersione

Completato ieri in Croazia il corso Tech 1 UTD. Un’esperienza bellissima in una insuperabile cornice logistica. Un grande grazie per la riuscita dell’evento va a Nicoletta e Ferdo del diving Marco Polo ma anche al mio insostituibile aiutante Fabio. Il Tech 1 si é rivelato essere la conferma del’utilità del duro lavoro svolto dagli allievi durante lEessentials of Tech, senza il quale sarebbe stato impossibile sviluppare le abilità critiche richieste. Ulteriore conferma di un lavoro preparatorio svolto con passione, dedizione e ferrea volontà, il fatto che abbia potuto spingere i livelli di difficoltà fino al livello 3+, con grande soddisfazione per gli allievi stessi. Continua a leggere

Andrew Georgitsis - After dive
Andrew Georgitsis - Conferenza
Andrew Georgitsis - Videoperatore

In questa mia intervista ad Andrew Georgitsis, fondatore e CEO di Unified Team Diving, egli racconta la nascita della configurazione hogarthiana e del sistema DIR, gli esordi nella GUE fino alla nascita di UTD ed ai progetti per il futuro nel campo dell’addestramento e dell’attrezzatura. Continua a leggere

Immagine1La torcia subacquea rappresenta uno strumento di estrema importanza nel mondo della subacquea ma acquista nel sistema DIR/hogarthian un vera e propria valenza organica. Niente viene lasciato al caso, dallo stoccaggio alle procedure di utilizzo fino ad arrivare all’aspetto più importante, cioè quello relativo alla comunicazione. L’articolo, (Scarica articolo) che potrete scaricare dall’area download, Continua a leggere

Corso Tech 1 - gruppo pre immersione
Corso Tech 1 - Preparazione all'immersione
Corso tech1 - Protocollo sagola

Per molti amanti delle immersioni, la subacquea tecnica appartiene ad un mondo a parte capace di evocare solo immagini di persone costrette sotto il peso di imponenti e costose attrezzature. Si è soliti credere che esista una frattura netta ed incolmabile tra l’attività ricreativa e quella tecnica. Nella realtà le cose sono più vicine e compenetranti. Continua a leggere

Gruppo sub NatisoneIl primo post del 2011 introduce una nuova serie di articoli (Scarica Articolo) dedicati agli accessori del subacqueo DIR/hogarthian. Poiché ci stiamo addentrando nei mesi più freddi, in cui anche l’acqua raggiunge le minime temperature dell’anno, non potevo che incominciare parlando proprio dallo strumento principale di protezione, la muta stagna. Molti subacquei ricreativi dell’Alto Mediterraneo hanno già da tempo riposto nell’armadio la muta umida ma in questo periodo, colti da inevitabile ed ineludibile nostalgia, cominciano a valutare l’opportunità di acquistare una muta stagna. L’obiettivo dell’articolo ha il compito di cercare di fornire alcune indicazioni sia a chi sia in procinto di compiere il passo dell’acquisto, sia a chi voglia comprendere il perché nel sistema DIR/hogarthian venga suggerito l’utilizzo solo di mute con determinate caratteristiche. Continua a leggere

 

L’articolo identifica le caratteristiche della muta stagna ideale, elencando le principali differenze tra trilaminato e neoprene ed il perchè tali differenze siano molto importanti nella definizione di un bilancio idrostatico corretto

Per continuare a leggere questo contenuto devi essere registrato!!

Clicca per fare il login o registrarti

DCIM100GOPRO

I concetti di base di Z-Diving UTD

Z-Diving è un nuovo modo di interpretare la subacquea ricreativa utilizzando una bombola di fase. La bombola, generalmente una S80 viene posizionata sotto il braccio sinistro anziché venire utilizzata come tradizione sulla schiena. La configurazione usata nello Z-Diving permette di trovarsi in assoluto confort e completamente liberi e leggeri, poiché non si hanno ne bombola ne pesi sulla schiena. Continua a leggere

S-Drill 2
S-Drill
S-Drill 4

Dopo l’articolo sul CA, potete trovare nell’area risewrvata un nuovo articolo che  descrive le caratteristiche della configurazione degli erogatori. Ritengo dover  far precedere questo articolo da questo blog proprio perché la configurazione  degli erogatori rappresenta uno dei caratteri più distintivi del sistema  DIR/hogarthian, almeno per coloro che non conoscono l’ampiezza e l’articolazione  dell’intero fenomeno. Continua a leggere