Sito dell'istruttore Flavio Turchet - ASD DIR/hogarthian Divers - Corsi subacquei UTD/DIR/hogarthian - Unified Team Diving - Corsi ricreativi, tecnici, Trimix, Scooter, Cave, Relitti - Sidemount & Backmount - Rebreather - Pordenone, Friuli-Venezia Giulia - Italy

All posts tagged configurazione hogarthiana

Quali strumenti servono realmente per il controllo dell’immersione. L’articolo focalizza in particolar modo sulla differenza tra computer subacqueo e profondimetro per consolidare l’idea che nella subacquea non servono costosi e complicati calcolatori eletronici quanto consapevolazza e preparazione

Per continuare a leggere questo contenuto devi essere registrato!!

Clicca per fare il login o registrarti

Andrew Georgitsis - After dive
Andrew Georgitsis - Conferenza
Andrew Georgitsis - Videoperatore

In questa mia intervista ad Andrew Georgitsis, fondatore e CEO di Unified Team Diving, egli racconta la nascita della configurazione hogarthiana e del sistema DIR, gli esordi nella GUE fino alla nascita di UTD ed ai progetti per il futuro nel campo dell’addestramento e dell’attrezzatura. Continua a leggere

Immagine1La torcia subacquea rappresenta uno strumento di estrema importanza nel mondo della subacquea ma acquista nel sistema DIR/hogarthian un vera e propria valenza organica. Niente viene lasciato al caso, dallo stoccaggio alle procedure di utilizzo fino ad arrivare all’aspetto più importante, cioè quello relativo alla comunicazione. L’articolo, (Scarica articolo) che potrete scaricare dall’area download, Continua a leggere

L’articolo illustra quali sono le varie tipologie di SMB (Safety Marker Buoy), quali sono le caratteristiche che le contraddistinguono con i relativi vantaggi e svantaggi, ma soprattutto chiarisce in quali occasioni tale strumento debba essere impiegato

Per continuare a leggere questo contenuto devi essere registrato!!

Clicca per fare il login o registrarti

IMG_5594

Lilly e Stefania a Raja Ampat (Foto di Simone Nicolini)

Quando si pensa al fotografo subacqueo, la mente ci conduce ad un subacqueo maturo e ricco di esperienza, capace di saper osservare in maniera informata il fondale ed il comportamento dei pesci al fine di cogliere il momento opportuno per lo scatto migliore. Si pensa a tutte le fasi della sua crescita, dalle prime foto scattate magari con delle macchine compatte poco costose, più spesso rivolte verso il blu alla ricerca del pesce più grande, fino alla necessità dell’acquisto di macchine più importanti con obiettivi specifici per la macrofotografia, in grado di immortalare persino lo sfuggente cavalluccio marino pigmeo. Continua a leggere

 

L’articolo identifica le caratteristiche della muta stagna ideale, elencando le principali differenze tra trilaminato e neoprene ed il perchè tali differenze siano molto importanti nella definizione di un bilancio idrostatico corretto

Per continuare a leggere questo contenuto devi essere registrato!!

Clicca per fare il login o registrarti

DCIM100GOPRO

I concetti di base di Z-Diving UTD

Z-Diving è un nuovo modo di interpretare la subacquea ricreativa utilizzando una bombola di fase. La bombola, generalmente una S80 viene posizionata sotto il braccio sinistro anziché venire utilizzata come tradizione sulla schiena. La configurazione usata nello Z-Diving permette di trovarsi in assoluto confort e completamente liberi e leggeri, poiché non si hanno ne bombola ne pesi sulla schiena. Continua a leggere